E’ arrivato, come promesso dalla società, a distanza di pochi giorni dalla fine del campionato il nome del nuovo allenatore del Breno: sarà il veronese Cristian Soave a prendere la guida dei granata, succedendo così a Mario Tacchinardi. Un gioco del destino ha voluto che tra i due allenatori ci fosse un vero e proprio scambio di panchina: Soave, infatti, arriva dal Desenzano Calvina, squadra che ha scelto Tacchinardi come suo prossimo allenatore.

48 anni, con un passato da calciatore in squadre come l’Under 19 del Brescia, il Mantova ed il Mestre, una decina d’anni fa Soave ha intrapreso la carriera da allenatore, facendosi le ossa in Veneto, prima al Santa Lucia e poi al Villafranca.

Quindi il trasferimento poco distante a Dro, in Trentino, dove Soave ha allenato per due stagioni; poi il ritorno nella sua terra, per allenare il Caldiero per quattro stagione e contribuendo alla sua promozione dall’Eccellenza alla Serie D. A marzo d quest’anno la chiamata dal Desenzano Calvina, in sostituzione di Michele Florindo. Un’esperienza, quest’ultima, durata pochi mesi.

Ora, per Soave, c’è una nuova sfida, quella granata: il tecnico ha incontrato ufficialmente la società -ed in primis Mario Cocchi, presidente del Breno- nelle ore scorse, come testimoniato da alcune immagini. Quindi, la firma del contratto ed una prima visita (insieme a Gabriele Passalacqua, suo vice anche lui in arrivo da Desenzano) al Tassara, lo stadio che, per i prossimi mesi, sarà la sua nuova casa.

Share This