Nuova sfida per Cristian Vaira, atleta di Ono San Pietro che nel luglio scorso era riuscito a completare con successo la prova Everesting e che ci riproverà il prossimo 1° maggio con un tracciato differente, ma sempre camuno.

L’Everesting è una prova che consiste nel percorrere (in bici su strada o in mountain bike) un dislivello pari o superiore ad 8.848 metri, ovvero l’altezza del monte Everest, da cui la prova prende il nome. Vaira tenterà il bis nel tratto dal campo sportivo di Cerveno al Monte Arsio, tracciato che dovrà ripetere per undici volte ed un totale di 155 chilometri (arrivando così ad un dislivello di 9.150 metri), che conta di completare in tredici ore seguendo determinate regole (tra cui l’utilizzo del gps e la possibilità di fare tutte le pause che ritiene necessarie).

L’atleta camuno si sta già allenando in vista della prova: dal Comune di Cerveno fanno sapere che il tratto di strada interessato, trattandosi di un’attività puramente libera dell’atleta, non sarà chiuso, ma si raccomanda di moderare la velocità se di dovesse transitare in zona. Restano in vigore le norme anti-Covid, per cui sono vietati assembramenti nel tratto su cui Vaira effettuerà la prova.

Share This