Si è tenuta lunedì a Brescia la prima udienza del processo legato al crollo della croce di Job in cui, quattro anni fa, perse la vita Marco Gusmini di Lovere.

 

Davanti al giudice si sono presentati Marco Maffessoli, presidente dell’associazione ‘Croce del Papa’, Elsa Belotti e Lino Balotti, consiglieri dell’associazione, don Filippo Stefani e Renato Zanoni, che nel 2013 aveva seguito i lavori di manutenzione dell’opera.

Fissate le prossime date del processo, che è stato aggiornato al 19 febbraio, quando si sentiranno i consulenti tecnici ed i primi testimoni, mentre il 21 febbraio inizierà il processo per rito abbreviato di don Santo Chiapparini e monsignor Ivo Panteghini.

Silvio Citroni, sindaco di Cevo, ha invece già patteggiato la pena ad un anno e due mesi; Mauro Bazzana, ex primo cittadino, è stato assolto mentre è stato condannato ad un anno con rito abbreviato Ivan Scolari, tecnico comunale. La famiglia di Gusmini, infine, durante il processo ha raggiunto l’accordo sul risarcimento da parte del Comune e coperto dall’assicurazione, per un totale di 700mila euro.

Share This