A pochi giorni dal primo anniversario dell’alluvione che, a fine luglio dell’anno scorso, travolse il territorio di Niardo, giunge una notizia molto attesa da chi fa uso dei trasporti pubblici, pendolari e studenti. Dalla prima settimana di agosto, infatti, i treni dovrebbero tornare a circolare sui binari ripristinati in questi mesi dopo che la forza dell’acqua li aveva compromessi.

Se ad oggi i treni si fermano a Breno e, da qui, i passeggeri devono prendere un bus sostitutivo, dal prossimo mese si potrà arrivare quindi fino a Cedegolo. La tratta non è ancora stata ripristinata del tutto fino ad Edolo: proprio a Cedegolo si stanno ultimando i lavori di sistemazione della galleria protagonista, nel dicembre del 2021, di un deragliamento di un treno causato dalla caduta di alcuni massi.

Sul tunnel è stato costruito una specie di scheletro con acciaio e cemento che dovrebbe proteggere da eventuali altri crolli. L’obiettivo, ad ogni modo, è di terminare anche questi lavori prima di settembre, e comunque prima della ripresa della scuola, riconsegnando così l’intera tratta Brescia-Iseo-Edolo ai treni ed ai suoi passeggeri.

Giovedì mattina, intanto, a Niardo si è tenuto un sopralluogo alla presenza di Claudia Maria Terzi, assessore regionale ai Trasporti, di Fulvio Caradonna, Presidente di FerrovieNord e Carlo Sacristani, sindaco del paese: è stata l’occasione per annunciare anche uno studio idraulico sui torrenti Re e Cobello, che esondarono nel luglio scorso e che nei pressi della strozzatura sotto i binari si sono ostruiti. Se lo studio dovesse confermare la necessità di allargare le due strozzature, la Regione ha assicurato che interverrà in tempi brevi.

Share This