Sono 7.739 gli ultra ottantenni residenti nei territori dell’ATS della Montagna che, alla data del 16 febbraio, avevano già dato la loro preadesione per potersi sottoporre alla somministrazione del vaccino anti Covid-19.

La maggior parte, 5.303, quelli che hanno effettuato la prenotazione tramite il portale regionale, 2.268 tramite le farmacie e 168 tramite i Medici di medicina generale.

Giovedì 18 febbraio si inizia con le somministrazioni a chi ha già ricevuto la comunicazione con data e ora dell’appuntamento. Si procederà dando la precedenza ai più anziani per arrivare fino a coloro che compiono 80 anni quest’anno.

Per la Vallecamonica il 18, 19 e 20 febbraio l’unico centro vaccinale attivo sarà presso l’Ospedale di Esine. Da lunedì 22 a domenica 28 febbraio saranno attivati anche altri tre centri vaccinali: presso il presidio ospedaliero di Edolo, dove verranno convogliati i pazienti dell’alta Valle, e in due Rsa, come avvenuto per la fase 1bis: presso la sede della Fondazione Fratelli Bona di Capo di Ponte e presso la sede della Fondazione Angelo Maj di Darfo Boario Terme.

Sempre a partire dal 22 febbraio saranno coinvolti in questa fase della campagna vaccinale riservata agli over 80 anche i Medici di medicina generale che hanno aderito all’iniziativa.

Share This