Le nuove disposizioni emanate dal Governo prevedono, dal 4 maggio, un allentamento anche per quanto riguarda le attività sportive: sarà così possibile, quindi, svolgere attività all’aperto anche lontano da casa, seppur rispettando sempre la distanza di sicurezza con le altre persone.

Prendendo spunto da questa decisione, i sindaci camuni hanno così deciso di revocare, a partire dalla stessa data, le ordinanze che vietano la circolazione sui propri tratti di competenza di piste ciclopedonali, rendendo di fatto nuovamente fruibile tutta la pista ciclabile della Vallecamonica.

Le dichiarazioni di Massimo Maugeri, Assessore allo Sport in Comunità Montana

“Il decreto consente ai sindaci competenti di annullare l’ordinanza che avevano fatto più di un mese fa: ora hanno deciso di dare la possibilità alle persone di fare le proprie camminate, corse e giri in bici purchè rispettando il decreto stesso”, ha confermato ai nostri microfoni Massimo Maugeri, Assessore allo Sport della Comunità Montana, “invitiamo le persone a frequentare la pista ciclabile, ma a farlo in assoluta sicurezza”.

Nelle settimane scorse era circolata la notizia secondo cui nonostante i divieti fossero numerose le persone a frequentare le piste, ma Maugeri smorza i toni delle polemiche: “Abbiamo dei dati differenti: il rilevatore di passaggio di Darfo ci dice che le persone che passano su quel tratto erano solo una decina, su quello tra Cividate Camuno e Breno erano circa una trentina. Comunque sì, faremo dei controlli tramite le Polizie Locali e la Protezione Civile, faremo in modo che sia controllata la pista: l’invito è di rispettare le normative”.

La speranza, insomma, è che i camuni usino soprattutto il buon senso: “L’apertura è fiduciaria: pensiamo che tutti abbiano capito cos’è il Coronavirus e cosa comporta”, conclude Maugeri, “ma soprattutto che attraverso comportamenti inappropriati si ripiomberebbe nella situazione precedente. Diamo fiducia alle persone, però controlleremo che vadano incontro alla nostra fiducia. Se vedremo, con i sindaci, che questa fiducia è stata mal riposta, faremo l’atto contrario. Ma il mio auspicio e certezza è che le persone abbiano buon senso”.

Share This