In concomitanza con la riapertura e l’avvio della Fase 2 prevista per il 4 maggio, Vallecamonica Servizi fa sapere che riapriranno i centri di raccolta rifiuti – o isole ecologiche – del territorio, nelle medesime giornate e negli orari vigenti prima della chiusura causa coronavirus.

Al fine di contenere la diffusione del virus ed evitare assembramenti, i cittadini che si recheranno al centro di raccolta dovranno rispettare diverse disposizioni dettate dalla holding.

Anzitutto l’accesso è consentito a un massimo di tre autovetture contemporaneamente e nell’auto dovrà esserci una sola persona; è inoltre specificato che gli utenti dovranno rimanere all’interno delle proprie auto e non potranno entrare a piedi nel centro di raccolta. Naturalmente è fatto obbligo agli utenti di indossare mascherina e guanti protettivi.

Gli operatori del centro di raccolta, al fine di evitare contatti con gli utenti, non possono aiutarli durante il conferimento dei rifiuti fino a nuove disposizioni. Si dovrà permanere all’interno del centro raccolta solo per il tempo strettamente necessario allo scarico dei rifiuti e si dovranno mantenere tutte le distanze di sicurezza da personale e altri utenti.

Vallecamonica Servizi raccomanda di limitare il numero degli accessi, di evitare di portare singoli rifiuti per volta, e di non conferire sacchi contenenti rifiuti misti ma recarsi al centro con i rifiuti già separati per tipologia.

Qualora si registrasse, nei giorni successivi alla riapertura, un eccessivo utilizzo del centro di raccolta, la holding ha già stabilito che dovrà – suo malgrado – valutare una nuova chiusura o adottare una diversa modalità d’accesso.

Share This