Gli abbracci fisici sono vietati in questo periodo, ma non quelli virtuali di cui, invece, si sente sempre il bisogno. Quello che nei giorni scorsi ha riguardato Angolo Terme è arrivato da Zadovici, città della Bosnia dove Hašim Mujanovic, primo cittadino, ha deciso di far sentire il proprio sostegno ai camuni.

Un sostegno che arriva dopo la visita sua e di altri due sindaci di altrettante località bosniache avvenuta a febbraio e che ha sancito un patto di amicizia con il Comune di Angolo Terme, ma anche con quelli di Costa Volpino, Pian Camuno, Rogno e Sellero.

Mujanovic, tramite l’Associazione culturale bosniaca Liljan, ha inviato un messaggio di incoraggiamento alla Vallecamonica, dichiarandosi a fianco dei colleghi camuni. Un segno di affetto e solidarietà a cui è seguita una raccolta fondi messa in moto dall’associazione stessa, che si è dichiarata disponibile a collaborare attivamente con le Amministrazioni.

Liljan aveva precedentemente annullato il torneo di calcio a cinque che era in programma nella palestra di Angolo Terme in occasione della festa dell’indipendenza della Bosnia Erzegovina e che sarebbe stato valida per la qualificazione della rappresentativa italiana ai campionati mondiali di calcio a cinque della diaspora bosniaca.

Share This