Voleva rubare dei soldi all’anziana madre e, nel farlo, l’ha ferita.

 

E’ stato quindi arrestato, a Darfo, un 42enne italiano, censurato, con l’accusa di rapina, maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. E’ solo l’ultimo di una serie di episodi che duravano da vent’anni e che vedevano l’uomo, tossicodipendente e sieropositivo, maltrattare la madre 74enne, che lo aveva più volte denunciato. Nei giorni scorsi, era rientrato a casa dopo aver passato un anno in un’abitazione ad Artogne, sorvegliato dagli assistenti sociali.

La calm,a però, è durata poco: l’uomo ha infatti provato a derubare la madre che, cercando di opporsi, ha ricevuto un pugno. Uscito di casa, è rintracciato da Carabinieri di Darfo e dal Nucleo Radiomobile di Breno, a cui ha opposto resistenza. Dopo una breve discussione con i militi, però, l’uomo è stato fermato e portato al carcere di Canton Mombello, dove l’arresto è stato convalidato. La donna, invece, è stata portata in ospedale, dove le ferite sono state giudicate guaribili in dieci giorni.

Share This