E’ passato un anno dall’applicazione della norma che prevede l’insegnamento obbligatorio nelle scuole dell’Educazione Civica. Per l’occasione, ma anche in concomitanza con la Festa della Liberazione, il 160esimo anniversario dell’Unità d’Italia ed il 75esimo della Repubblica, è stata istituita in questi giorni la Settimana Civica.

Alla luce di ciò, il Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace ed i Diritti Umani ha invitato le Amministrazioni a promuovere iniziative che contribuiscano alla formazione civica delle nuove generazioni. L’invito è stato raccolto dal Comune di Darfo Boario Terme che, giovedì scorso, in Sala Giunta, ha consegnato ai Dirigenti scolastici dei propri istituti (Cristiana Ducoli per il Comprensivo Darfo 1, Paola Abondio per il Comprensivo Darfo 2, Antonino Floridia per l’IIS Olivelli-Putelli, Franca Mazzoli per il CFP Zanardelli, Massimo Cotroneo per il Conservatorio ed Alessandro Papale per il Liceo Musicale) una copia del Manifesto della Comunicazione Non Ostile, a cui il Comune ha aderito l’anno scorso.

📃SETTIMANA CIVICA: ESSERE CITTADINI, ESSERE POPOLO📃📌Accogliendo l’invito del Coordinamento Nazionale Enti Locali per…

Posted by Comune di Darfo Boario Terme on Thursday, April 22, 2021

Il Manifesto, che sarà poi affisso nelle oltre 200 classi presenti sul territorio –dalle primarie alle superiori- elenca dieci princìpi di stile utili a migliorare il comportamento quando si è online. Un monito, ma anche un impegno da assumere sempre più, tenuto conto di quanto la comunicazione tramite internet in quest’ultimo anno di didattica a distanza e videoconferenze sia diventata ancora più importante per mantenere i contatti. Il Comune fa sapere a questo gesto ne seguiranno altri, concordati con gli insegnanti non appena tutte le classi rientreranno in aula in presenza.

Share This