L’arte al servizio della lotta contro la violenza sulle donne e dell’abbattimento degli stereotipi di genere.

 

E’ questo l’obiettivo di ‘Polvere’, opera di Camilla Gagliardi, giovane artista camuna neolaureata all’Accademia di Belle Arti di Brera che sarà inaugurata sabato 9 giugno alle ore 17:00 nel chiostro della Biblioteca comunale di Darfo Boario Terme, dove resterà collocata e visitabile da chiunque. L’iniziativa è stata voluta dall’Assessorato alla cultura della Comunità montana, che l’ha patrocinata e sostenuta.

‘Polvere’ è composta da una clessidra, dentro cui ci sono due figure femminili, una santa ed una strega, visibili a seconda di come il visitatore girerà la clessidra stessa, facendo scorrere la sabbia al suo interno verso l’una o l’altra. Il tutto, realizzato con materiali a chilometri 0 come il vetro, il ferro e l’acciaio corten.

‘Nell’opera si trasfondono il desiderio di valorizzare il territorio sotto tutti gli aspetti’, ha spiegato la Gagliardi, ‘e quello di raccontare un cammino da compiere, una presa di coscienza e  rappresentare legami indissolubili’. Uno sguardo al presente, quindi, ma anche al passato, per ricordare i roghi delle streghe avvenuti 500 anni fa anche in Vallecamonica.

Secondo Sara Bonomelli, Presidente della Commissione Pari Opportunità di Darfo Boario Terme, l’opera ‘sottolinea il perdurare degli stereotipi e dei pregiudizi nel passato come nel presente;  un substrato culturale in cui affondano le radici le discriminazioni e la violenza che impediscono il raggiungimento di una parità reale tra uomo e donna’. La realizzazione dell’opera ha visto anche la collaborazione di alcune aziende camune, come il gruppo Lucefin.

Share This