Sabato 30 giugno e Domenica 1 luglio, Darfo Boario Terme si prepara ad accogliere la sua quinta rassegna tricolore negli ultimi 6 anni, alla fine della quale si assegneranno i titoli dei professionisti e del paraciclismo.

 

Fautore dell’evento è Ezio Maffi, presidente dell’As Boario e ex corridore. Dal 2013 al 2015, in questa località della Media Vallecamonica, si sono disputati 18 campionati italiani a cui sono successi 23 titoli nazionali. Finale stravolgente quello di Giacomo Nizzolo che, nel 2016, ha portato alla ribalta Alessandro Tonelli, apripista per oltre 200 km.

Anche in campo femminile si sono registrate notevoli vittorie, tra cui la bresciana Simona Frapporti. Per quanto riguarda il percorso, quello di quest’anno sarà completamente diverso: i protagonisti dovranno infatti affrontare 233,400 km sul territorio che collega Boario ai vari paesi limitrofi, facendo fronte anche a pendenze che arrivano al 17%.

È  sicuramente un’opportunità per coloro che si vogliono mettere in gioco per superare il traguardo raggiunto dal campione uscente Fabio Aru. Tra i bresciani gareggerà sicuramente Sonny Colbrelli, il quale, in vesti da leader, intende rifarsi dopo l’assenza di due anni fa causata da un’indisposizione fisica. Attesi particolarmente alla prova anche Marco Frapporti e Alessandro Tonelli.

Domenica 1 luglio verranno decretati i vincitori degli assoluti di paraciclismo, che gareggeranno su un percorso di 5,200 km che si sviluppa nella località della città termale. Il presidente Maffi, oltre ai tricolori organizzati negli anni scorsi, nel 2017 ha firmato anche la regia degli Europei di mtb, affermando che “Il ciclismo ha sempre un posto di riguardo sulla nostra tavola” e aggiunge inoltre un ringraziamento ai famigliari per il sostegno e l’aiuto in campo amministrativo, aspirando ad ospitare una tappa del giro d’Italia, sebbene non esplicitamente dichiarato.

(Giada Giuliani)

Share This