Nella notte del 7 marzo a Darfo Boario Terme i Carabinieri della locale Stazione, unitamente ai colleghi della Stazione di Artogne, hanno tratto in arresto un 32enne, cittadino italiano, incensurato, residente nella bergamasca, per “resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale”.

Il 32enne ha iniziato nel pomeriggio del 6 marzo a bere fino ad ubriacarsi facendo passare diversi esercizi pubblici della cittadina.

Qui, oltre a importunare gli avventori, pretendeva dai gestori ulteriori somministrazioni di bevande alcoliche.

Finchè il titolare di uno di questi bar ha chiesto l’intervento dei carabinieri di Darfo, che però, una volta giunti sul posto, sono stati a loro volta insultati e oltraggiati dall’uomo. Nonostante ciò lo hanno convinto a uscire e allontanarsi dal locale.

Soltanto un’ora dopo, all’interno di altro bar di Darfo, il 32enne ha continuato a disturbare gli avventori e ad avanzare continuamente la pretesa di bere alcolici. Al rifiuto del titolare, ha minacciato di distruggere il locale.

Quindi sono entrati di nuovo in scena i militari delle pattuglie delle Stazioni di Artogne e di Darfo Boario Terme, che nel vederli ha iniziato a minacciarli di morte, scagliandosi in particolare contro un carabiniere.

A qual punto è stato bloccato e accompagnato in caserma. Durante l’udienza tenutasi nella mattinata del 7 marzo, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto, disponendo la remissione in libertà ed il rinvio del processo ad altra data.

Share This