Nella mattinata di lunedì è stato trovato senza vita in un canalone Davide Cattaneo, originario di Como scomparso sabato mentre era impegnato in un’escursione in montagna da solo.

Il suo corpo si trovava fra il Montozzo ed Ercavallo, in territorio di Ponte di Legno, in un canale particolarmente impervio, a una quota di circa 2700 metri. Luoghi in cui già da sabato sera, quando era scattata la segnalazione del mancato rientro del 48enne da parte dei famigliari, si erano concentrate le ricerche di Cnsas e Sagf con i gruppi di Protezione civile.

Proprio a Case di Viso, nel parcheggio principale, era stata individuata l’auto di Davide. Secondo le informazioni l’uomo, comasco, residente a Rino di Sonico, era atteso sabato sera al rifugio Bozzi, non distante dalla conca del Montozzo, ma non è mai arrivato e il suo cellulare non riceveva.

L’eliambulanza di Areu, con a bordo la squadra del Cnsas, ha sorvolato e illuminato già sabato sera tutta la zona sommitale della frequentata località, fino al rifugio Bozzi e al Montozzo. Domenica mattina, grazie anche all’ausilio dell’elicottero della Guardia di Finanza, il raggio delle ricerche era stato ampliato fino al passo Gavia da una parte e al passo dei Contrabbandieri dall’altra. Lunedì mattina le ricerche sono riprese, fino al tragico epilogo.

La base operativa di Soccorso alpino e Sagf della Finanza di Edolo è stata allestita a Ponte di Legno, nella sede del soccorso alpino in Valsozzine. Qui sono intervenuti anche i carabinieri e Vigili del fuoco. Dopo il recupero da parte dell’elisoccorso, la salma è stata portata nella camera mortuaria dell’ospedale di Edolo.

 

Share This