Sabato 10 aprile andrà in scena l’Adamello Ski Raid. Gli organizzatori dell’Adamello Ski Team hanno definito il nuovo percorso di gara, diverso rispetto a quello tradizionale che non può essere proposto a causa della chiusura dei rifugi in quota.

Si tratta comunque di un tracciato extreme, ugualmente spettacolare e suggestivo, che si sviluppa sulla distanza di 34 km con un dislivello positivo di 3.180 metri, mentre la gara femminile si disputerà lungo un tracciato di 30 km e un dislivello positivo di 2.560 metri.

La filosofia dell’Adamello Ski Raid viene conservata anche nel nuovo percorso, che prevede quattro salite, altrettante discese e un tratto a piedi verso Passo Presena, a quota 3.000 metri, il punto più alto della gara. Come descrive il direttore di gara, Guido Salvetti, si parte dai 1.270 metri di Ponte di Legno per un primo tratto a piedi per poi inforcare gli sci lungo la pista Pegrà in direzione Passo Tonale, dove è prevista la partenza della categoria femminile a 1.640 metri di quota. I concorrenti poi dovranno affrontare un vallone chiuso da un ripido canale, che è orientato ad ovest della pista Paradiso fino all’omonimo Passo, a 2.610 metri, dove è posto il primo cambio pelli”.
Dall’ottavo chilometro di Passo Paradiso inizia il tratto più divertente: in questa edizione le discese rappresentano il valore aggiunto.

L’unica incognita riguarda la partenza. Se persisteranno le alte temperature di questi giorni è probabile che gli start della gara maschile e femminile vengano accorpati a monte. L’arrivo sarà invece sicuramente a Ponte di Legno, in Viale Venezia.

Si annuncia dunque un’edizione entusiasmante e ricca di significato per l’Adamello Ski Raid 2021 e sono gli stessi atleti ad ammetterlo. Hanno confermato la propria presenza in primis Matteo Eydallin, Davide Magnini e Robert Antonioli, ovvero il podio della generale di Coppa del Mondo Individual.

Per quanto riguarda le iscrizioni è confermata la presenza di 160 coppie, numero che garantisce un’edizione di quantità e qualità e, soprattutto, nel pieno rispetto dei protocolli Covid, dato che tutti gli atleti e i membri dello staff saranno controllati attraverso i tamponi e inseriti nella bolla dell’evento. La gara sarà senza pubblico e gli atleti saranno presenti senza accompagnatori come previsto dalle normative Coni e Fisi.

Share This