La prima giunta regionale di Attilio Fontana inizia con un doppio provvedimento sociale, ovvero il dimezzamento dei ticket sanitari e l’estensione dei nidi gratis.

L’ha annunciato mercoledì 4 la giunta, sottolineando che con questa misura salgono a 90 i milioni che Regione Lombardia investe per esenzioni aggiuntive nei confronti dei cittadini lombardi.

Il costo massimo dei ticket sarà quindi di 51 euro (36 euro del ticket nazionale più i 15 euro del ticket regionale) e non più di 66 euro.

Il provvedimento ora passerà al vaglio della commissione consiliare competente, che verrà costituita nei prossimi giorni, e, dopo 15 giorni dal via libera definitivo della giunta, diverrà efficace.

L’altro provvedimento annunciato è l’aumento dei beneficiari dei nidi gratis. Oggi sono 14 mila le famiglie lombarde che ne possono beneficiare, ma con l’ulteriore finanziamento di 3 milioni di euro deciso mercoledì aumenterà del 15% l’accesso gratuito ai nidi pubblici o privati convenzionati.

I requisiti d’accesso restano identici a prima: un Isee uguale o inferiore a 20 mila euro ed entrambi i genitori residenti in Lombardia e occupati o inseriti in percorsi di politiche attive per il lavoro.

Share This