Un esposto firmato da tre persone è stato presentato all’Ats Montagna, ma anche alla Procura della Repubblica e alla Prefettura.

Oggetto: trattamenti con diserbanti avvenuti su spazi pubblici a Bienno, Ceto, a Saviore dell’Adamello e a Berzo Demo.

Alcuni cittadini per effetto delle sostanze emanate avrebbero subìto forti bruciori agli occhi e difficoltà respiratorie.

I diserbi hanno riguardato margini stradali, cimiteri e sagrati di chiese, e i firmatari scrivono di essersi rivolti ai rispettivi Comuni di residenza per sapere quali prodotti fossero stati utilizzati, ricevendo però informazioni diverse e vaghe dai sindaci e dal personale amministrativo.

Risultato: hanno deciso di rivolgersi all’Ats per chiedere approfondimenti e indagini sull’utilizzo delle sostanze chimiche, in particolare dell’acido pelargonico.

Share This