È Braian Morandi, 19 anni, nato in Bulgaria ma sin dall’infanzia residente a Paratico, la vittima dell’incidente verificatosi attorno alle 6,30 di martedì mattina lungo la Sp11.

Stava tornando a casa dal lavoro, come operaio in un’azienda metalmeccanica bresciana. Staccava dal turno di notte quando ha perso il controllo della sua Lancia Y, finendo contro il furgone di un venditore ambulante che si stava recando a un mercato.

Nell’impatto l’utilitaria è stata sbalzata contro il muro del tunnel dove ha finito la sua corsa.

Sono stati gli altri automobilisti di passaggio a lanciare l’allarme. Sul posto sono subito giunte un’ambulanza e un’automedica, ma il 19enne era già morto. Per i rilievi è intervenuta la polizia Stradale di Iseo.

Braian Morandi, diplomato all’istituto alberghiero di Clusane, partecipava con piacere alle iniziative della parrocchia. È stato anche fra i membri più attivi dell’associazione giovanile di Paratico “Cirtikal”. Di lui, amici e parenti ricordano la grande disponibilità e affabilità.

Lascia la mamma Loretta e il papà Roberto, che lo avevano adottato quando aveva due anni. I funerali giovedì alle 14 a Paratico.

Share This