È morto a 61 anni il Cavaliere del lavoro Silvio Albini.

A stroncarlo un malore nella sua casa in Città Alta a Bergamo. I funerali si terranno giovedì 25 gennaio.

Silvio Albini ha portato il Cotonificio di famiglia nel mondo: Albini attualmente esporta i suoi tessuti per camiceria in 80 Paesi e ha più di mille clienti.

Presidente del gruppo, cominciò a viaggiare trent’anni fa, quando il mercato globale non era ancora considerato dalle industrie italiane.

Recentemente arrivò anche in Vallecamonica, dove cercò di risollevare le sorti di quella che era la MB, Manifattura Brenese, poi NK Niggler & Kupfer, divenendo il principale committente, fino alla rescissione del contratto che portò alla chiusura nel 2015.

Da quel momento l’azienda di Nadro di Ceto non ha più riaperto, mettendo in cassa integrazione i suoi settanta dipendenti e creando parecchi malumori, che hanno portato nei mesi scorsi anche allo sciopero della fame di due ex lavoratrici.

Share This