Le iniziative di DomaniZavtra ODV continuano in un momento ancora drammatico per l’Ucraina. La raccolta fondi è utile non solo all’invio di aiuti e beni materiali direttamente nelle zone del conflitto, ma fondamentale in un successivo momento per l’associazione con sede a Darfo – che da oltre 2o anni è legata all’Ucraina – per poter avviare un processo di ricostruzione, sia materiale che sociale, non appena la situazione si tranquillizzerà.

Ecco perché le varie raccolte avviate sul territorio e le numerose iniziative spontanee di raccolta verranno convogliate e inviate con un nuovo TIR in partenza indicativamente tra una settimana, l’11 aprile, nonostante la situazione sia complessa e proprio perché ai volontari vengono segnalate le grandi difficoltà in cui versano le persone rimaste nella zona nord dell’Ucraina il direttivo si auspica che il carico possa giungere direttamente nella regione di Chernihiv, per essere distribuito alla popolazione con mezzi più leggeri, in modo da avvicinarsi il più possibile alla città e tentare di entrarvi.

La raccolta, come ormai noto, prevede: materiale sanitario e farmaci come antibiotici per adulti e bambini, paracetamolo adulti e paracetamolo bimbi, anche in sciroppo, Nurofen bimbi, sciroppo tosse bimbi, garze, cerotti, bende, materiale sanitario e presidi medico chirurgici. Si precisa che vanno bene anche i farmaci generici ed è importante è che le scadenze vengano controllate.

Per gli alimenti a lunga scadenza (almeno di 6 mesi) si accettano: cibo per la prima infanzia come omogeneizzati e biscotti, zucchero, sale, scatolame di carne, di pesce, di verdura e frutta; cibo secco come cracker e biscotti, pane a lunga conservazione, fette biscottate; dolci come cioccolato e brioches; barrette energetiche, pasta, riso, prodotti della farina, piatti pronti in busta, salse pronte, conserve sott’olio e sott’aceto, passata di pomodoro, olio di semi, olio d’oliva, the, caffè solubile. E’ consigliato evitare contenitori in vetro.

DomaniZavtra può essere aiutata anche attraverso un contributo economico, e l’iban si trova in calce alla locandina

Ma non è tutto: venerdì 8 aprile verranno inviate e consegnate tre ambulanze alle strutture sanitarie ucraine. Il presidente Diego Simonini e alcuni membri del consiglio direttivo di DomaniZavtra raggiungeranno il confine Polonia-Ucraina e consegneranno i mezzi a dei loro referenti locali che si occuperanno del percorso in territorio ucraino. Le ambulanze avranno destinazione Leopoli, Kiev e Chernihiv.

Share This