Due interventi anche domenica pomeriggio per il Soccorso alpino bresciano.

 

La prima chiamata alla stazione di Temù è giunta poco dopo le 12:30 per un 50enne di Poncarale. Era per funghi con altre persone, ma ha avuto un malore in località Saline di Cané, frazione del comune di Vione, a circa 1300 metri di quota. Sul posto il Cnsas, il Sagf della Guardia di finanza, i vigili del fuoco e l’ambulanza “Amici del soccorso” di Ponte di Legno.

L’uomo è stato stabilizzato e portato all’ambulanza per il trasporto in ospedale a Edolo. I tecnici erano appena rientrati quando c’è stato un altro allertamento, verso le 14:30, sempre per un cercatore di funghi.

In questo caso si tratta di un uomo di 84 anni di Cazzago San Martino. Era con il genero, poi si sono divisi ma a un certo punto l’uomo è scivolato in un canale per una decina di metri ed è rimasto ferito.

Il genero, non vedendolo ritornare come concordato, ha dato l’allarme. Sono partite le ricerche; sul posto Soccorso alpino, Guardia di finanza, Vigili del fuoco. Poco dopo c’è stato il ritrovamento.

Sul posto anche l’elisoccorso, che ha trasportato il ferito al Civile di Brescia.

Share This