I cittadini di Darfo Boario Terme saranno chiamati di nuovo alle urne nella giornata di domenica 26 giugno. Nessuno dei quattro candidati ha infatti raggiunto con la sua lista la maggioranza del 50% +1 richiesta per i comuni con più di 15mila abitanti.

Dopo la scrematura, che ha escluso dai giochi Francesca Benedetti (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia) e Walter Bianchi (Vallecamonica Provincia), si andrà quindi al ballottaggio per eleggere una delle due liste più votate: Progetto Vero di Dario Colossi – che il 12 giugno ha totalizzato il 39,26% – e La Civica di Paola Abondio, che ha ottenuto il 29,94% dei voti.
Il 12 giugno era andato a votare il 62% circa degli aventi diritto.

La scheda per il ballottaggio riporterà il nome e il cognome dei due candidati alla carica di sindaco, scritti entro l’apposito rettangolo, sotto il quale è riprodotto il simbolo della lista. Il voto si esprime tracciando un segno sul rettangolo entro il quale si trova il nome del candidato prescelto.

Per la composizione della nuova Giunta comunale si terrà conto delle preferenze totalizzate al primo turno. Si voterà dalle 7 alle 23 e subito dopo la chiusura delle urne inizierà lo spoglio delle schede. Nella notte o al massimo lunedì mattina si saprà dunque il nome del nuovo sindaco o sindaca di Darfo Boario Terme.

Share This