Oggi e domani a Lovere l’Anpi commemora l’eccidio dei 13 martiri.

 

74 anni fa, la retata tra Lovere e Costa Volpino per vendicare la morte del notaio Paolo Rosa e del perito industriale Giuseppe Cortesi (podestà di Lovere e segretario politico partito fascista), portò all’arresto e alla fucilazione, il 22 dicembre 1943, di:Francesco Bessi, Giulio Buffoli, Salvatore Conti, Andrea Guizzetti, Eraldo Locardi, Vittorio Lorenzini, Guglielmo Macario, Giovanni Moioli, Luca Nitckisc, Ivan Piana, Giuseppe Ravelli, Mario Tognetti e Giovanni Vender.

Per ricordarli, l’Anpi dell’alto Sebino e il Comune di Lovere hanno organizzato due momenti: sabato mattina dalle 10 alle 12 nell’auditorium di Villa Milesi, Marino Ruzzenenti parlerà di Nazionalismo e razzismo.

Domenica alle 10 dalla piazza del porto partirà il corteo che raggiungerà il monumento ai Tredici martiri nel cimitero di Lovere, dove l’intervento conclusivo sarà tenuto quest’anno da Antonio Pizzinato, presidente onorario dell’Anpi regionale.

Share This