Oggi nel mondo si registra un aumento dell’aspettativa di vita delle persone con disabilità che possono oggi sperare di vivere molto più a lungo rispetto al secolo scorso. L’aumento del numero di persone con disabilità anziane apre nuove sfide per la società, i governi, le famiglie, gli operatori e le stesse persone con disabilità al fine di assicurare che la qualità della loro vita non diminuisca nell’età anziana.

Saranno questi gli argomenti del convegno organizzato giovedì 27 ottobre, a Cividate Camuno, da Assocamuna, l’associazione che riunisce gli imprenditori della Vallecamonica, del Sebino, della Valle di Scalve, della Val Cavallina, in collaborazione con Banca Generali. Obiettivo degli organizzatori è quello di approfondire i contenuti della legge 112/2016 che affronta il delicato tema del “dopo di noi”, argomento che da anni vede le famiglie di persone con disabilità porre la questione del futuro dei propri cari, una volta che genitori o parenti più stretti non siano più in grado di occuparsene.

L’appuntamento è alle 17:30 nella sede di Limes Farm di via Cortiglione 7, a Cividate Camuno. I relatori sono esperti del settore finanziario e normativo, operatori del sociale e con il contributo e la testimonianza delle famiglie e degli educatori. Dopo l’introduzione del direttore generale di Assocamuna, Diego Zarneri, interverranno Marzio Albonico, manager Banca Generali, che approfondirà la legge, Ketty Pellegrinelli educatrice- operatore sociale, sul punto di vista delle famiglie, Serena Nichetti coordinatrice scuole d’infanzia sul valore dell’inclusione, Augusto Cazzaniga, manager Banca Generali su strumenti e pianificazione patrimoniale.

Share This