Domenica a causa del violento nubifragio sono scesi fango e materiale ghiaioso in sei punti sulla rivierasca sebina tra Riva di Solto e Portirone.

Mentre il geologo ha effettuato una ricognizione, prosegue lo sgombero dei detriti lungo la strada, che dovrebbe riaprire per il weekend nei due sensi di marcia, per poi ripristinare il senso unico alternato nei cantieri mobili fino all’ultimazione degli interventi.

Anche i battelli spazzini dell’Autorità di bacino stanno lavorando. Ieri pomeriggio hanno raccolto cataste di legna, ramaglie e rifiuti in prossimità del lido San Rocco a Predore, come un po’ in tutto il basso lago.

La Provincia di Bergamo ha stanziato 100.000 euro per gli interventi urgenti.

Oltre alla citata Sebina Occidentale, gli interventi sono in corso a Fonteno, sulla provinciale 77, dove domenica sera si è formata una voragine in prossimità del ponte. La strada è aperta con limite di carico di 35 tonnellate.

Share This