Dopo la delusione per la mancata ripartenza del comparto sciistico, i comprensori camuni devono dare delle risposte a chi, come loro, aveva creduto nella riapertura e aveva acquistato degli skipass per recarsi sulle piste.

Ponte di Legno-Tonale informa gli sciatori sul suo sito e attraverso i social elencando le informazioni per ottenere il rimborso degli acquisti fatti. Il rimborso si riferisce a tutte le tipologie di skipass che erano presenti online: skipass giornaliero, skipass da 2 a 14 giorni consecutivi e coupon da 10, 15 e 20 giorni non consecutivi.

Ci si può recare presso le biglietterie abilitate ai rimborsi, ovvero quella di Ponte e quella del Tonale, presso la seggiovia Serodine. Entrambe sono aperte tutti i giorni fino a domenica 21 febbraio dalle ore 8:00 alle ore 17:00. Per chi ha acquistato sull’e-shop oppure sulla piattaforma Snowit il consorzio prevede, entro 10 giorni lavorativi, di processare il rimborso a nome di “Sportit srl” e invita chi ha seguito questa modalità a tenere controllata la casella mail e l’estratto conto dove avverrà l’accredito. Tutte le informazioni e le faq si trovano sul sito di Ponte di Legno Tonale.

Borno Ski Area Monte Altissimo fa lo stesso, sottolineando che, nonostante si tratti di un ulteriore sforzo economico e umano che lo stop richiede, nel giro di qualche giorno i clienti che avevano acquistato lo skipass online riceveranno una mail che conferma l’accredito dell’importo speso. Chi si era rivolto alla biglietteria invece potrà passare dagli uffici di Borno.

Anche il comprensorio di Montecampione Ski Area (nella foto), pure deluso per la chiusura, ha assicurato ai suoi clienti affezionati che nei prossimi giorni verranno garantiti i rimborsi degli skipass acquistati on-line e alle casse.

Share This