Con 80 nuovi casi registrati dall’Ats della Montagna sul territorio camuni per la giornata di mercoledì, gli attualmente positivi in Vallecamonica salgono sopra quota seicento, arrivando a quota 602 persone ad oggi infette dal Coronavirus.

Sono esattamente duecento persone in più rispetto a sola una settimana fa: il 29 giugno, infatti, l’Azienda sanitaria parlava di 402 attualmente positivi, saliti poi ad inizio settimana sopra i 500 ed, ora sopra i 600. Un numero che si affianca anche a quello di chi, il Covid-19, lo ha superato: cinquantacinque le persone guarite ed uscite dall’isolamento segnalate per la giornata di mercoledì.

Sempre alti i numeri nel Bresciano, 1.634 nuovi casi giovedì, così come in Lombardia, con 13.595 nuovi positivi nella stessa giornata. Nella cura al Covid-19 il farmaco anti-virale disponibile in farmacia, il Paxlovid, sembra non rientrare tra le alternative prese in considerazione da chi risulta positivo: ad oggi in tutta la Provincia di Brescia, fa sapere Federfarma, ne sono state vendute solo 135 confezioni.

I motivi della scarsa vendita sono probabilmente da attribuire anche al fatto che il farmaco è indicato soprattutto per le persone fragili, che devono già seguire altre terapie. Intanto, però, il contagio continua a correre e medici ed esperti raccomandano fortemente l’uso della mascherina in caso di assembramenti.

Share This