Alessandro Piali, 23 anni, di Astrio di Breno, non ce l’ha fatta: dopo essere stato travolto da una valanga a Livigno, mentre era impegnato in un fuoripista con lo snowboard sabato mattina nella ski-area del Carosello 3000, le sue condizioni erano disperate.

E’ morto in ospedale, al papa Giovanni XXIII di Bergamo poche ore dopo l’incidente.

A lanciare l’allarme è stato l’amico che era con lui: sul posto le squadre del soccorso alpino della VII Delegazione di Valtellina e Valchiavenna, con i militari del Sagf, il Soccorso Alpino della Guardia di finanza di Bormio.

La zona impervia ha messo in difficoltà i soccorritori. Una volta recuperato in un canalone il ragazzo è stato trasferito in gravi condizioni in ospedale.

Sotto choc ma illeso l’amico che era con lui, che ha assistito impotente alla scena e ha visto Alessandro finire sotto a un fronte valanghivo di una trentina di metri.

Sarà l’autorità giudiziaria a decidere circa la restituzione della salma alla famiglia del giovane.

Share This