Circa un milione e 279mila euro, di cui meno del 20% a carico delle casse comunali, per lavori che riguarderanno le scuole nel 2020. Accade a Darfo: “Da tempo avevamo programmato interventi sugli edifici scolastici in attesa di cogliere l’opportunità di finanziamento mediante bandi appositi: non appena se ne è presentata l’occasione, ci siamo candidati e abbiamo ottenuto le risorse” afferma Giacomo Franzoni, Assessore ai Lavori Pubblici della Città di Darfo Boario Terme.

Si tratta principalmente di opere di efficientamento energetico, messa in sicurezza e adeguamento antisismico che riguardano i plessi scolastici di Gorzone, Montecchio e della Scuola Media Tovini di Boario, cui si sono unite opere necessarie a garantire il ritorno a scuola dei ragazzi a seguito dell’emergenza sanitaria.

In tema di prevenzione i lavori, sostenuti da apposito finanziamento statale di circa 70mila euro, sono stati per lo più rivolti a garantire entrata e uscita da tutte le scuole elementari e medie della Città che evitassero gli assembramenti e l’apposizione di segnaletica di indirizzo e posizionamento dei percorsi.

Gli altri interventi hanno previsto, invece, un investimento di oltre 150mila euro, e si sono orientati all’efficientamento energetico delle scuole di Gorzone e Montecchio, dove sono stati sostituiti i serramenti esistenti con altri in PVC. Un intervento che consente di migliorare sensibilmente l’efficienza energetica grazie alla riduzione delle dispersioni di calore e manterrà l’effetto di finitura originario. Una sensibile trasformazione, soprattutto se si pensa che i serramenti precedenti erano quelli originari installati di più di 60 anni fa.

In attesa di esecuzione delle opere, invece, i lavori di ristrutturazione, miglioramento e messa in sicurezza delle Scuole secondarie “Tovini” in Via Polline a Boario, un edificio anni ’70 che esige migliorie in termini di efficienza energetica e di adeguamento alle normative antisismiche. Grazie al finanziamento statale di 844mila euro e un mutuo di 211mila euro, sarà possibile sostenere il costo complessivo delle opere, pari a 1 milione di euro e già appaltate, ma che saranno eseguite nell’estate 2021 per non interferire con il normale svolgimento delle lezioni.

Share This