A più di un mese dalle prime giornate di sciopero resta critica la situazione alla Albertani Corporates di Edolo. L’agitazione dei lavoratori continua, come può constatare chiunque passi fuori dall’azienda, situata nei pressi di Piazza Mercato.

Da mesi i 34 dipendenti ricevono lo stipendio con grave ritardo o non lo ricevono affatto: per alcuni sono addirittura sei le mensilità in arretrato.

Albertani Corporates, brand noto a livello europeo specializzato nella costruzione di grandi strutture in legno lamellare, possiede alte unità produttive ad Ascoli Piceno e in Germania, dando occupazione a oltre un centinaio di persone.

I vertici dell’azienda attribuiscono la crisi al calo delle commesse e ai pagamenti sempre più dilazionati da parte di alcuni importanti clienti. La volontà di uscire dall’impasse sta nella ricerca di nuovi finanziatori, che comporta però tempistiche lunghe.

A tutela dei diritti dei dipendenti camuni si sono mobilitati, definendo la situazione pesantissima, i sindacati della Filca Cisl di Brescia e della Fillea Cgil della Vallecamonica.

Da parte loro è stato chiesto all’azienda un piano di rientro, dopo che non sono state mantenute precedenti promesse di vedere pagato almeno uno stipendio dopo mesi di insolvenza. Il piano dovrebbe servire a permettere ai lavoratori di recuperare gradualmente i crediti.

Share This