Momenti concitati ieri a Edolo, quando due pensionati del posto e un immigrato africano sono riusciti a salvare una donna di 46 anni trascinata dalla corrente dell’Oglio.

La donna è stata recuperata in extremis e le conseguenze per lei sono state lievi – una frattura e qualche contusione – se si pensa a ciò che è accaduto.

Il fatto è successo poco prima delle 11.30, quando diverse persone, attraversando la passerella sul fiume che collega la piazza al municipio, hanno notato il corpo trascinato a valle dalla corrente.

Un 70enne di Edolo non ha perso tempo e ha iniziato a correre per salvarla.

Utilizzando una scaletta di granito ricavata sull’argine, il pensionato ha raggiunto il letto dell’Oglio e calandosi nelle fredde acque è riuscito a intercettare il corpo della donna poco prima che venisse inghiottito dal fiume.

Anche un trentenne immigrato, residente temporaneamente a Vezza d’Oglio e un altro pensionato edolese sono scesi nel fiume.

A fatica i tre sono riusciti a trascinare la donna fino ai piedi della scaletta, dove poco dopo è stata stabilizzata su un’ambulanza dal personale sanitario del vicino pronto soccorso, allertato da chi assisteva al salvataggio.

Sul posto anche i vigili del fuoco del distaccamento di Vezza d’Oglio. Un triste episodio, ma a lieto fine, sulla cui dinamica indagano ora i carabinieri di Edolo.

Share This