I lavoratori della Albertani Corporates di Edolo hanno proclamato due giorni di sciopero.

 

Il motivo è il perdurare da mesi di una situazione che li vede andare a lavoro senza ricevere lo stipendio. Gli operai della Albertani, azienda specializzata in grandi strutture in legno lamellare che nel 2015 ha contribuito anche alla realizzazione dell’Albero della Vita dell’Expo, hanno accettato per lungo tempo di continuare a lavorare nonostante le difficoltà, chiedendo però ai vertici che fosse trovata una soluzione.

Nell’incontro di un mese fa tra questi e la Comunità Montana, era stato garantito almeno un mese di stipendio, che però non è arrivato. Così, nei giorni scorsi è arrivata la decisione di indire lo sciopero. In piazzale Orobica, con gli operai, c’erano anche Donato Bianchi, segretario generale della Fillea Cisl della Vallecamonica, e Fabrizio Taboni, rappresentante della Filca Cisl di Brescia.

Bianchi ha definito al Bresciaoggi la situazione ‘pesantissima per i dipendenti, che ciclicamente si trovano con quattro-cinque stipendi arretrati’. Per Taboni, invece, bisogna chiedere ‘un piano di rientro’. Sarebbero inoltre in corso trattative con possibili finanziatori per chiudere l’accordo entro la fine del 2019.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This