L’Amministrazione comunale di Edolo ha conferito sabato la cittadinanza onoraria al 97enne Ugo Balzari, ultimo reduce del Battaglione Edolo ad aver combattuto la Battaglia di Nikolajewka.

Di origini milanesi, non ha mai scordato al Vallecamonica e tutt’ora è socio del gruppo Ana di Vezza d’Oglio. ìBalzari non manca mai agli appuntamenti con il Pellegrinaggio in Adamello e ad altri raduni alpini, con il suo inseparabile cappello con la penna nera in testa.

Il sindaco Luca Masneri nel suo discorso ha ricordato l’importanza della figura di Ugo Balzari, il suo legame con Edolo: l’ingegnere, nel maggio 1942 diventò alpino, e fu mandato prima a Edolo, poi a Torino, quindi partecipò alla campagna di Russia, dove, dal 17 al 26 gennaio 1943, con le truppe italiane, percorse a piedi 260 chilometri, a 40 gradi sottozero.

Silenzio e commozione nel corso della sentita cerimonia, svoltasi sul palco del Teatro San Giovanni Bosco, da parte di autorità civili e militari e delle associazioni, tra cui quelle degli alpini del territorio: associazioni, sezioni ANA e il tenente colonnello Leonardo Mucciacciaro, della locale base logistica militare.

La cittadinanza onoraria è stata conferita a Ugo Balzari, come letto nella motivazione, non solo per le gesta eroiche che ha compiuto in Russia, ma anche perché ancora oggi è portatore di messaggi di pace e speranza.

Share This