Dovrebbero concludersi entro l’autunno le indagini geologiche sul tracciato che ospiterà la nuova variante di Edolo della Statale 42. Proseguono, in queste settimane, i sondaggi ed i carotaggi nel tratto interessato che, dal confine con Sonico fino ad Iscla di Monno, permetterà di far respirare dal traffico il paese e di permettere di raggiungere più facilmente Pontedilegno ed il Tonale.

La variante si svilupperà quasi totalmente in galleria: l’impegno economico, da parte di Anas, sarà di 60 milioni di euro. Se questo è l’anno delle indagini, il 2021 dovrebbe dare il via alla progettazione definitiva ed all’appalto delle opere; il 2022, invece, vedrà l’apertura del cantiere, con l’obiettivo di concludere i lavori entro le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026, che potrebbero portare sportivi e turisti anche in Alta Valle.

Ad Edolo si continua a lavorare anche affinché l’allargamento della galleria austroungarica in centro diventi realtà: per questo sono previsti altri incontri tra il Comune, amministratori locali, l’Unione dei Comuni dell’Alta Valle, l’Anas e la Sovrintendenza per trovare un punto d’incontro e permettere anche queste opere che, oltre a facilitare i lavori della variante, risolverebbero un annoso problema legato al traffico.

Share This