“Abbiamo aspettato, abbiamo sperato”: inizia così il comunicato diffuso tramite social network con cui gli organizzatori di Maisenzavino annunciano che la quarta edizione della manifestazione, che si sarebbe dovuta tenere ad Esine il 29, 30 e 31 maggio, slitterà all’11, 12 e 13 settembre.

D‘altra parte, organizzare un evento che fa del coinvolgimento dell’intera comunità esinese il suo punto di forza quando l’emergenza rischierebbe di non dirsi del tutto passata era davvero impossibile. Maisenzavino si propone come un’expo camuna sul vino e sui derivati del mais, con particolare attenzione al mais nero spinoso, autoctono della media Vallecamonica.

MaisenzaVino è stata posticipata a settembre, ma anche in quarantena ricordatevi di non restare MAISENZAVINO! Se avete…

Pubblicato da MaisenzaVino su Venerdì 17 aprile 2020

La manifestazione prevede la presenza, nel centro storico di Esine, di espositori che propongono ai visitatori le proprie produzioni, mentre i ristoranti offrono menù ad hoc, che valorizzano i prodotti locali. Proprio per non snaturare l’idea stessa della manifestazione, si è preferito rimandare alla fine dell’estate, “sempre”, aggiungono però gli organizzatori, “se ci saranno le condizioni di poterla svolgere in sicurezza”.

L’invito, intanto, è quello di continuare ad interagire con la manifestazione, pubblicando sui propri profili social una foto del proprio calice “firmato” Maisenzavino ed acquisito nelle manifestazioni passate, ovviamente rigorosamente pieno di vino, come buon auspicio che si possa tornare a brindare insieme il prima possibile.

Share This