Con il completamento in anticipo dei lavori per la nuova rotonda sulla Provinciale 8, ad Esine si chiude prima rispetto a quanto precedentemente annunciato (ovvero il 18 settembre) l’esperimento di pedonalizzazione di Piazza Garibaldi, che dal luglio scorso era diventata interamente pedonabile –con il traffico deviato sulle vie secondarie del paese-, non senza qualche polemica.

Numerosi, infatti, i commercianti che avevano protestato, temendo un calo della clientela: c’è chi, però, è passato dalle proteste ai fatti. La proprietaria di un bar della Piazza, infatti, si era rivolta al Tar per chiedere la revoca della sua chiusura. La pedonalizzazione, ha raccontato la barista, l’ha costretta a rinunciare ai tavolini all’aperto, dal momento che con la nuova organizzazione imposta dal Comune avrebbe dovuto spostarli di venti metri (lasciando libera l’area solitamente destinata ai plateatici a dei parcheggi), rendendo difficile la gestione del locale.

L'AMMINISTRAZIONE INFORMA Vista la realizzazione della segnaletica orizzontale e il completamento dei lavori edili, é…

Pubblicato da Comune di Esine su Lunedì 7 settembre 2020

La decisione del Tar, che come ricorda il Comune ha sospeso e non annullato la delibera, è arrivata contestualmente alla fine dei lavori della rotonda e, quindi, allo stop della chiusura della piazza. Mentre l’Associazione commercianti di Esine commenta positivamente la notizia, resta da capire quale sarà il giudizio di merito del Tar sulla vicenda, che arriverà nel febbraio 2021.

Share This