Mentre Brescia (e l’Italia intera) esultava per l’oro europeo di Marcell Jacobs nei 100 metri, una parte della provincia si rassegnava alla notizia dell’esclusione di Christian Falocchi nel salto in alto: il 25enne di Breno sulla pista di Monaco ha saltato 2,12 metri al secondo tentativo, poi ha commesso un doppio errore che l’ha portato all’eliminazione, a quota 2,17. Negli annali resta l’undicesimo posto del gruppo A, il ventunesimo complessivo.

Il rammarico è maggiore perché per entrare in finale sarebbe bastato superare quota 2,21, nelle corde del miglior Falocchi. “Nelle competizioni importanti, agli Assoluti di Rieti, ai Giochi del Mediterraneo di Orano e qui agli Europei il terzo salto l’ho sempre sbagliato” ha dichiarato l’atleta camuno alla stampa, rendendosi conto del blocco che si porta dietro: “Credo che la causa sia mentale, psicologica, conseguenza dei tre anni che sono rimasto fermo”.

Share This