La fibra ottica avanza anche in Vallecamonica. La sua presenza sul territorio, come abbiamo avuto modo di testare durante il lockdown, è sempre più importante, dal momento che una buona connessione internet facilita l’utilizzo delle nuove tecnologie ed il contatto con vantaggi e servizi digitali.

In tempi in cui smart working e didattica a distanza sono entrati prepotentemente nelle nostre vite, si rende quindi sempre più necessario rendere questo servizio alla portata di tutti. Negli ultimi sette mesi, la Tim ha lavorato in questa direzione, posando le infrastrutture necessarie a portare la fibra ottica in 2.700 Comuni italiani che facevano parte delle cosiddette “aree bianche”, ovvero le zone periferiche ed a bassa densità abitativa.

Un piano d’intervento della Tim che ha toccato anche la Provincia di Brescia, dove in tutto sono stati 61 i Comuni interessati dalle operazioni di cablaggio: di questi, tredici si trovano in Vallecamonica, ovvero Angolo Terme, Artogne, Berzo Inferiore, Breno, Ceto, Cividate Camuno, Darfo Boario Terme, Edolo, Malegno, Monno, Piancogno, Pontedilegno e Temù, a cui si aggiunge Provaglio d’Iseo, sul Sebino bresciano. L’obiettivo è ridurre entro il 2021 il digital divide, ovvero il divario digitale che impedisce ad una parte della popolazione di potersi connettere ad internet.

Share This