Essendo rientrata l’allerta frana, oggi si potrà riaprire, in alcune fasce orarie, il raccordo a lago di Tavernola, che consente il collegamento a Parzanica, chiuso dal 22 febbraio scorso. L’ordinanza del sindaco di Tavernola, Ioris Pezzotti stabilisce che si può transitare dalle 6:30 alle 8:30 e dalle 17:30 alle 19:30, con la sorveglianza garantita dai carabinieri. Alle operazioni di apertura e chiusura del raccordo sovrintendono anche i volontari della Protezione civile.

Gli orari stabiliti di comune accordo sono funzionali alle esigenze principalmente di lavoratori e studenti del paese. In questo mese di isolamento i cittadini di Parzanica potevano utilizzare solo la strada agrosilvopastorale d’emergenza Colderù-Bratta e la ripida mulattiera di Portirone.

E mentre la direzione generale del Territorio e della Protezione civile della Regione ha decretato lo stanziamento di 250 mila euro per interventi urgenti di protezione e di ripristino della viabilità per la posa di una barriera paramassi a difesa del raccordo e della bretella per Cambianica, la frana del monte Saresano a Tavernola è costantemente monitorata da tre sistemi di sorveglianza complementari.

Da Milano l’assessore regionale alla Protezione civile di Regione Lombardia Pietro Foroni sta per avviare a riguardo uno studio specifico che coinvolgerà le migliori università italiane, per individuare, con maggiore approfondimento e dettaglio, le cause che hanno generato la frana e attivare quindi le soluzioni per una messa sicurezza della zona.

Share This