La volontà del consiglio pastorale e di un gruppo di volontari ha permesso, a  Fucine, che l’oratorio ed il bar annesso non chiudessero, come rischiava di fare dopo le dimissioni dello storico gestore per raggiunti limiti di età.

Grazie all’aiuto di don Fabrizio Bregoli, nuovo parroco della frazione, alla consulenza di un architetto ed all’olio di gomito dei volontari, invece, i locali sono stati rinnovati: è stato rifatto l’impianto elettrico, ridipinto tutto e sistemato il banco del bar.

Ora l’Oratorio di Fucine è molto più accogliente e, a giudicare dagli ingressi del primo mese dall’inaugurazione, l’impressione è che la comunità ne avesse bisogno.

Al suo interno c’è spazio per tutti: la domenica si tengono le lezioni di catechismo, dal giovedì alla domenica il bar ospita chiunque sia in cerca di un momento di svago, con particolare attenzione per i bambini, per cui sono stati acquistati giochi, costruzioni e pennarelli. Il lavoro sull’Oratorio, però, non è finito: ora si punta a ristrutturare la terrazza esterna in vista dell’estate.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This