Gli abitanti di Angolo Terme, in queste settimane, non sembrano avere vita facile. La colpa sarebbe, stando alle numerose testimonianze, del cantiere aperto per la realizzazione della tanto contestata centralina idroelettrica sul torrente Dezzo.

Lavori che avevano suscitato il malcontento già in passato, coinvolgendo anche le associazioni, come quella dei pescatori della Val di Scalve, che si erano detti sorpresi di non essere stati avvertiti dell’avvio del cantiere.

Ora, però, al centro dell’attenzione c’è il disagio causato in paese dalla nuvola di fumo e dal forte odore di gasolio che, tutte le mattine, si sprigionerebbe dall’avviamento di un macchinario: la puzza ed il fumo, sostengono i residenti, permangono soprattutto nella parte bassa del paese per una ventina di minuti. Una situazione aggravata dall’alta pressione e dall’umidità di questi giorni, che fanno ristagnare il fumo e peggiorano le condizioni dell’aria.

A questo si aggiunge il forte rumore dei macchinari che, fin dal primo mattino, disturbano gli abitanti del paese. Una situazione di cui il Comune è al corrente e per cui ha inoltrato una segnalazione alle autorità competenti in tema ambientale per chiedere una soluzione al problema.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This