A Gianico sono i giorni dell’ultimo saluto a Manuele Mondini, il 26enne vittima dell’incidente stradale avvenuto sabato a Esine.

La salma rientrerà direttamente dagli Spedali Civili di Brescia nella tarda mattinata nell’abitazione di via Caduti di Campelli dove sarà allestita la camera ardente.

Giovedì alle 20 sarà celebrata la veglia di preghiera, venerdì alle 16,45, nella parrocchiale di Gianico si svolgeranno i funerali.

La comunità avrà così l’occasione di stringersi attorno alla famiglia di Manuele, in particolare a mamma Liliana Cotti, a papà Maurizio, al fratello Simone e ai nonni.

Proseguono intanto le indagini sulla tragedia: la procura ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio stradale a carico della 59enne di Lovere al volante dell’utilitaria che effettuando un’inversione vietata ha travolto e ucciso il 26enne che viaggiava in sella alla sua moto.

La conducente dell’auto è indagata anche per omissione di soccorso perchè, forse in preda al panico e allo shock, si è allontanata dal luogo dell’incidente prima di avvisare la Polstrada. A fornire altre risposte agli inquirenti saranno i risultati dell’autopsia disposta dal pm ed eseguita nelle scorse ore.

Share This