Una sentenza della Corte d’Assise e d’Appello di Torino ha sequestrato un immobile a Gianico, in via Caduti di Campelli, di proprietà di un esponente della criminalità organizzata di origine genovese.

 

Secondo la legge, l’immobile, dal valore di 212.430 euro, non potrà essere alienato ed ora è di proprietà del Comune. Ancora incerta la sua destinazione: mentre i Servizi sociali stanno lavorando per trovare una nuova sistemazione alla famiglia che si trova all’interno dello stabile, un’abitazione di due piani parte di una villetta bifamiliare, Mirco Pendoli, vicesindaco del paese, avrebbe espresso il desiderio di dare in uso l’appartamento al Centro antiviolenza di Darfo Boario Terme. A decidere, però, dovranno essere i gruppi consiliari di maggioranza e minoranza.

Share This