Ripartire, nei vari Comuni della Vallecamonica, vuol dire anche riprendere i lavori pubblici, alcuni di questi attesi dalla popolazione anche da anni. E’ il caso di Gianico, dove l’Amministrazione a guida Mirco Pendoli non appena è iniziata la riapertura, si è subito messa al lavoro su alcune opere.

La più importante è la riqualificazione di via Dosso, la strada che conduce al Santuario della Madonnina, che permetterà la realizzazione di due ampi parcheggi che potranno ospitare in tutto 33 posti. La strada, invece, sarà allargata di settanta centimetri e dotata di quattrocento metri di muretto a secco e di un selciato in ciottoli, nel rispetto delle sue caratteristiche originali.

Il Municipio, poi, sta pensando anche alla riqualificazione del campo di calcio a sette, che sarà dotato di spogliatoi e tribune e che completerà il polo sportivo del paese, così come alla riqualificazione della bocciofila ed alla messa in sicurezza di asilo, scuola, centro anziani e biblioteca. Sul fronte dissesti, infine, sono iniziati da giorni i lavori sullo smottamento in località “Sassi marci”, grazie ad un finanziamento regionale di 96mila euro.

Share This