Gionatan Bonomelli è stato confermato alla guida del Consorzio dell’Alta Vallecamonica anche per i prossimi cinque anni. Al suo fianco, il presidente potrà contare ancora su Giacomo Salvadori, suo vice già nel quinquennio passato.

La conferma delle cariche del consorzio forestale ha permesso prima un bilancio degli ultimi anni e poi uno sguardo al futuro. Bonomelli ha ricordato di aver preso in mano la guida dell’ente in un periodo di difficoltà, e di aver puntato su una nuova sede e, soprattutto, sugli investimenti per la formazione e la sicurezza del personale.

Investimenti che si sono rivelati utili di fronte alle forti piogge dell’ottobre di due anni fa, che hanno visto il Consorzio dell’Alta Vallecamonica in prima fila contro l’emergenza.

Passando ai numeri, il fatturato è passato dagli 1,2 milioni del 2018 ai 1,6 del 2019, con proiezioni per l’anno in corso che sfiorano i due milioni di euro.

Per i prossimi cinque anni, Bonomelli vuole puntare su un progetto per una filiera bosco-legna, approfittando del bando della Regione. Al lavoro nel consorzio, oggi, ci sono 33 persone, gran parte dei quali operai forestali, tutti con regolare contratto.

Share This