Giovedì 3 novembre si terrà la prima Giornata Internazionale delle Riserve della Biosfera, istituita di recente dall’Ufficio Unesco per la Scienza e la Cultura in Europa con l’obiettivo “di richiamare l’attenzione sul ruolo guida che le Biosfere svolgono, nel mondo, nel trovare il giusto equilibrio tra la conservazione delle risorse naturali e le attività umane”.

La Riserva Vallecamonica-Alto Sebino copre un territorio di 1.360 km2, lungo 45 Comuni e con circa 121mila abitanti: un territorio valorizzato anche dalla presenza del ghiacciaio Adamello e dall’eccezionale biodiversità e siti storici presenti lungo tutta l’area, che non può non rendersi protagonista della Giornata. Proprio per questo, la Comunità Montana (che è ente gestore della Riserva) proporrà tre iniziative.

Una è rivolta agli studenti dell’istituto Olivelli-Putelli di Darfo e del Liceo Golgi di Breno, e consiste in una passeggiata sul Cammino di Carlo Magno insieme ai due ideatori, Andrea Grava ed Antonio Votino, dai collaboratori del Parco dell’Adamello e da alcune Guardie Ecologiche Volontarie: i due gruppi si incontreranno ad Esine, per parlare di cultura ed arte presso la chiesa di Santa Maria Assunta.

Nella stessa giornata, poi, sono previste delle visite guidate gratuite a Pisogne, presso la chiesa di Santa Maria della Neve (dalle ore 09:00 alle 12:00 e dalle ore 14:00 alle 16:00) e ad Edolo, nel centro storico e nelle chiese di San Giovanni e di Santa Maria Nascente (dalle ore 09:30 alle 12:30 e dalle ore 14:00 alle 17:00). Un’iniziativa che ne anticipa un’altra, il quarto meeting delle Riserve MaB italiane, occasione di condivisione e progettazione di attività congiunte.

Share This