La seconda edizione dello StoneBrixiaMan ha i suoi vincitori.

 

Sono Giovanni Paris, atleta della Feralpi Triathlon) di Bagolino per gli uomini, e Laura Ravelli della Bergamo Triathlon, di Sovere, per le donne i due (entrambi 41enni) ad arrivare primi alla fine del tracciato che, passando dal nuoto, alla bici e la corsa, dal lago d’Iseo alle prime luci dell’alba di sabato ha portato i 70 atleti in gara (provenienti da varie parti del mondo, come Brasile, Francia, Germania, Danimarca, Regno Unito ed Afghanistan) fino alle vette del Passo Paradiso.

Paris ha tagliato il traguardo dopo 13:56:33, mentre la Ravelli dopo 19:04:15. Al secondo posto, nella classifica maschile, Mauro Folchini, seguito da Matteo Andreini, mentre tra le donne il secondo miglior tempo è stato quello di Angela Daffini.

GiovanniParis

‘Puntavo a un buon piazzamento, magari tra i primi 15 classificati’, ha commentato Paris, al suo secondo triathlon, ‘ma mai avrei creduto di vincere, il mio unico obiettivo era portare a termine questa bellissima competizione’.

LauraRavelli

‘StoneBrixiaMan è stata molto più di una gara’, ha aggiunto la Ravelli, ‘è stato un vero e proprio viaggio. A prescindere dalla vittoria, riuscire a tagliare il traguardo rappresenta una soddisfazione incredibile’.

Soddisfazione anche da parte degli organizzatori, alle prese con una gara tanto suggestiva quanto difficile da preparare e gestire, proprio a causa del lungo tracciato. ‘Oltre ogni risultato e competizione’ ha dichiarato Massimiliano Rovatti di TriO Events, ‘tutti gli atleti che hanno voluto fortemente mettersi in gioco in questa incredibile impresa affrontando i propri limiti e anche le proprie paure, a totale contatto con la natura, sono per noi dei veri StoneMan’.

La gara di triathlon full distance, organizzata da TriO Events, la Provincia di Brescia e il Comune di Ponte di Legno, ha confermato nella sua seconda edizione tutto il suo fascino e durezza, costringendo i partecipanti a superare i propri limiti per arrivare al traguardo. Proprio per questo gli organizzatori hanno voluto consegnare a tutti gli atleti arrivati al traguardo la ‘stone’, ovvero la pietra simbolo della gara e della loro tenacia nell’affrontare il tracciato.

Share This