Il Gruppo civico della Comunità montana di Vallecamonica si è riunto lunedì a Breno.

La compagine che governa gli enti comprensoriali (con 29 delegati su 40) scricchiola di fronte al risultato alle elezioni regionali ottenuto da Sandro Farisoglio (6600 voti) e dal presidente di Comunità Montana e Bim Oliviero Valzelli (1700 voti).  

La seduta si è fatta tesa con le dimissioni del capogruppo Cristian Farisè, sindaco di Ossimo, che ha rimesso l’incarico, astenendosi sulla votazione di coesione, seguito da Sandro Bonomelli, rappresentante del Comune di Saviore, nonché presidente del Consorzio Servizi Valle Camonica.

Gesti che andrebbero verso l’eventuale formazione di un nuovo gruppo attorno a Sandro Farisoglio. Ma ci sarebbe un gruppetto di altri primi cittadini che si sta interessando e con i quali andrà sottoscritto il documento programmatico.

A ciò si aggiunge il ruolo di Francesco Ghiroldi, sindaco di Piancogno neoeletto in Consiglio regionale, anche lui molto votato dai camuni il 4 marzo.

Una situazione ancora in divenire, nella quale peseranno le scelte dei delegati.

Share This