Entro il 2023 i primi sei treni a idrogeno viaggeranno lungo la Brescia-Iseo-Edolo. L’investimento è stato stimato in oltre 160 milioni, di cui 52 milioni di euro di risorse regionali stanziate con il Piano Lombardia. I primi di questi convogli, prodotti da Alstom, saranno affidati tramite locazione a Trenord.

La seconda fase del maxi progetto di FNM e Trenord prevede l’arrivo di altri otto convogli per sostituire l’intera flotta diesel entro il 2025. Si prevede infine, sempre entro il 2025, di estendere la soluzione idrogeno al trasporto pubblico locale, a partire dai circa 40 mezzi gestiti in Valcamonica da FNMAutoservizi e infine l’estensione dell’idrogeno alla logistica privata.

Ad oggi i 14 treni a gasolio della linea che attraversa la Vallecamonica consumano 1,6 milioni di litri di gasolio all’anno. I più vecchi convogli diesel che saranno inizialmente sostituiti sono in servizio dai primi anni ’90. Il progetto per la nascita della prima Hydrogen Valley italiana è nato nel 2020. Il Consiglio di Amministrazione di FNM dovrà procedere innanzitutto con la progettazione degli impianti di produzione dell’idrogeno necessari per attivare l’innovativo servizio ferroviario.

Share This