Dopo Lumezzane e Ciliverghe, anche il Rezzato deve inchinarsi davanti allo strapotere del Darfo.

Una vittoria netta, 0-3, la quarta consecutiva per i neroverdi. “Alla vigilia avevo detto che per superare il Rezzato sarebbe servita una prova perfetta – commenta Ivan Del Prato a Bresciaoggi – i miei giocatori mi hanno accontentato. Sono stati encomiabili sotto tutti i punti di vista”. Reti di Nibali e Lucenti, la terza rete è autogol di Jadid.

In casa Breno l’amarezza per la sconfitta sul campo della Luisiana è superata da uno shock di ben altra portata: lo stato di fermo con arresti domiciliari per uno dei punti fermi della formazione granata, Viserjan Lleshaj. Un nome noto a tutti gli appassionati del calcio dilettantistico regionale e bresciano, viste le numerose stagioni disputate dall’esterno, classe ’87, in particolare in Eccellenza tra il Rezzato e, agli inizi di carriera, il Castelcovati. La vicenda risale alla notte tra giovedì e venerdì, quando è scattato il provvedimento degli inquirenti, che sarebbero giunti al suo nome attraverso un’intercettazione telefonica. L’accusa mossa al giocatore di origine albanese è quella di tentato furto aggravato in concorso con una banda di connazionali, per un colpo pianificato (ma mai concretizzato) a Grumello, dove Lleshaj risiede.
Il giocatore avrebbe indicato al gruppo un’abitazione come possibile obbiettivo per un furto. Per gli altri dieci componenti della banda, le accuse sono ancora più pesanti, e rimandano a oltre 20 azioni criminali effettuate, a partire dal 2012, in abitazioni ed esercizi delle zone di Milano e Pavia. Nella giornata odierna si terrà l’interrogatorio, mentre i vertici granata si riuniranno in settimana per decidere le sorti del loro tesserato. Ieri sul campo della Luisiana il contraccolpo: i granata si vedono annullato un gol, sbagliano un rigore e vengono puniti nel finale. Finisce 1-0.

In Promozione il Bienno pareggia sul campo del Casalromano.

In Prima categoria l’assenza del leader Odelli per squalifica non rovina i piani di riscatto del Sellero, che cala un poker al San Pancrazio ritrovando così l’appuntamento con la vittoria dopo sei giornate di astinenza e sorpassando in classifica ai danni degli avversari, ora a -2 dalla zona play-off e con un punto di ritardo da recuperare rispetto al Sellero. Il Piancamuno scivola in casa contro il Calvenzano finendo 1-4 e frena la propria rimonta in zona salvezza dopo tre risultati utili consecutivi e 7 punti conquistati. Vola al terzo posto la Virtus Lovere, vittoriosa in casa contro il Cologne.

In Seconda categoria il Cividate Camuno passa contro il modesto Real Bolgare con un tris che vale la terza vittoria interna consecutiva e tre punti fondamentali per la rincorsa in chiave play-off.

In Terza la Nuova Camunia con la sconfitta 1-0 a Provaglio termina la corsa in solitaria in testa alla classifica e si fa superare dall’Aurora Travagliato.

Share This